Un punto... nella Rete - Un punto... nella Rete

Un punto... nella Rete di Mario Mariani

RSS Feed

I social media e la portabilità dei dati personali

A chi è appassionato di Social Network non sarà sfuggito il dibattito in corso in rete in questi giorni sulla portabilità dei dati personali.
Recentemente, e con un tempismo stupefacente, i più importanti social network mondiali hanno reso disponibili dei sistemi per “esportare” i propri dati personali in altri social network o siti web; sono nati quindi Facebook Connect, Google Friend Connect e Myspace Data Availability.
Con questi sistemi, diventa più semplice iscriversi ad altri siti o social network. In pratica, usando le credenziali di facebook, di myspace o di gtalk, ci si può iscrivere in un altro social network che adotta queste features e pubblicare li i propri dati o effettuare attività tipiche del web 2.0.
Ma perché i big del Social Network hanno fatto questo? Perché hanno reso disponibili queste features? Ogni giorno nascono nuovi siti e nuovi social network, i “vecchi” e consolidati social network rischiano di perdere utenti e siccome hanno l’obiettivo di mantenere e accrescere il loro ruolo centrale nelle dinamiche di rete, rendono disponibili i loro sistemi a potenziali futuri competitor, in apparenza facilitandone il successo ma nella sostanza minandone il loro successo nel medio lungo periodo.
In sostanza, i big players del Sociali Network diventano dei grandi sistemi di autenticazione e di presenza con associati i profili personali degli utenti. Proteggono in questo modo l’essenza e il vero valore dei social network: l’identità personale in rete.